InvestingFx24

Borsa, social e Forex news

Mercati finanziari, situazione resta positiva ma prudenza sulle azioni

Gli investitori hanno certamente temuto tempi grigi quando il default di Evergrande si è affacciato dal balcone della Cina sul resto del mondo. In un contesto di mercati strettamente interconnessi la vicenda si è subito riverberata.

Tuttavia i mercati finanziari dovrebbero restare positivi al netto di scossoni ulteriori provenienti dalla situazione dell’immobiliare cinese (non c’è solo Evergrande in difficoltà) e dalla ridefinizione del quadro normativo da parte delle autorità cinesi che, da un anno a questa parte, hanno creato elevata volatilità sulla Borsa di Hong Kong, di Shenzhen e di Shanghai.

Tenendo conto anche del discorso inflazione, con l’Eurostat che ieri ha certificato un ulteriore aumento su base annua nell’area dell’euro al 3,4%, Natixis Investment Managers Solutions consiglia un ridotto posizionamento di sovrappeso generale sulle azioni, e si orienta in particolare sui titoli azionari ciclici. Lo riporta il Financialounge.

Ad essere favoriti in questo contesto ancora incerto, dovrebbero essere i titoli del settore finanziario e dell’energia.

Mercati finanziari attenzione alla volatilità

Nel mese di settembre la volatilità è risalita come indica anche il VIX index del Cboe, dove ha superato i 25 punti. A maggio era risalita anche oltre e peggio ancora aveva fatto a febbraio, quando l’indicatore che traccia la volatilità dell’indice S&P 500, aveva superato i 37 punti.

Questo indicatore è ottimo per capire se i mercati finanziari stanno vivendo un momento di nervosismo ed è quindi consigliabile controllarlo.

Materie prime alle stelle: le azioni da comprare

Nel contesto di mercati finanziari scossi anche dal caro, e sempre più caro, costo delle materie prime, i titoli energetici e delle imprese impegnate nell’estrazione sono naturalmente premiate.

Per tali società l’aumento dei prezzi si traduce in un cash flow più abbondante, che ha consentito e consente loro di recuperare quanto perso nel 2020.

Il contesto economico futuro

Secondo gli analisti di Natixis IM, il contesto economico futuro resta favorevole al netto delle criticità. La pandemia, infatti, a Mosca sta costringendo a nuovi lockdown parziali, mentre il Regno Unito sta pagando l’aver dimenticato in fretta l’emergenza sanitaria.

La ripresa economica nei prossimi mesi rallenterà fisiologicamente dopo il forte boom, tuttavia il contesto economico resta positivo supportato anche dalle banche centrali (l’Eurotower non ridurrà molto presto gli acquisti di titoli) e dalle politiche economiche e fiscali espansive dei prossimi anni.

I prossimi anni, quindi, dovrebbero essere di crescita economica spinta dalla transizione ecologica ed energetica che impone un forte cambio nei processi industriali e il passaggio a beni di consumo totalmente rinnovati a favore dell’ambiente. Un passaggio che stimolerà molto le economie, in particolare dei paesi più prosperi e avanzati.

Mercati finanziari: i rischi da osservare

L’inflazione in salita a cui si oppone un rallentamento nella crescita economica, potrebbe dare vita a un periodo di stagflazione che si ripercuoterebbe anche sui mercati finanziari.

Il tapering eccessivo o troppo anticipato, potrebbe causare il taper tantrum.

La Cina super indebitata, potrebbe essere contagiata dall’immobiliare con fallimenti a catena anche in altri settori.

Per conoscere tutti gli eventi economici del giorno e della settimana in Italia e all’estero, leggi il nostro Calendario Economico completo con tutti gli eventi in programma per gli investitori.

fonte FxEmpire